L'ANDAMENTO DELL'IRRIGAZIONE NELLA STAGIONE

Superato Ferragosto prosegue l’attività del Consorzio di bonifica Brenta con i servizi di irrigazione delle colture e campi in una stagione dai tratti imprevedibili. Come è oramai noto, le stagioni non seguono più la scansione a cui si era abituati, ma si assiste a una variabilità del clima sempre più estrema, con periodi di scarsità di pioggia alternati a momenti in cui invece essa si concentra, creando a volte gravi danni.
A poca distanza dal nostro Paese proprio nel mese di luglio, in particolare in Germania e in alcune zone del Belgio, si è scatenato un evento estremo che ha provocato un’alluvione con morti e dispersi ed enormi danni economici sul territorio.
Persino quelle Nazioni, che riteniamo più evolute e rigorose, in questo caso sono rimaste in balìa di criticità meteorologiche mai prima riscontrate con tale entità e tali conseguenze.


Nel Territorio di gestione del Consorzio, l’annata in ogni mese è risultata anomala. Si è assistito a un inizio del 2021 caratterizzato da abbondanza d’acqua e da nevicate abbondanti in montagna, ma i periodi di freddo si sono alternati a quelli di caldo, anche anticipato, tanto che le richieste di irrigazione sono partite ancora a fine marzo/primi d’aprile. Le temperature poi sono diminuite e si sono verificate piogge, inoltre la portata del Brenta è stata molto elevata per lungo tempo. L’abbondanza d’acqua nel fiume Cismon ha consentito il riempimento del serbatoio del Corlo.
Verso metà giugno però le portate del Brenta stavano scendendo e si temeva non fossero sufficienti per l’irrigazione; per fortuna la situazione si è ribaltata e nuovamente si è riscontrata abbondanza. Per tutto il mese di luglio e finora le portate sono rimaste elevate, tanto da non dover utilizzare per nulla gli invasi montani, cosa mai avvenuta in passato da quando essi sono stati costruiti, fatta eccezione per l’anno 2016.
L’abbondanza d’acqua nel fiume e quindi anche nei canali non ha significato che essa non sia stata utilizzata nei campi. L’attività di irrigazione è proseguita infatti per un periodo prolungato, con particolare diffusione nel mese di giugno, e in modo meno massivo nel periodo successivo. Le temperature dell’aria poi tra luglio ed agosto sono divenute molto alte ed in particolare ad agosto si sono toccati valori record di calura, tanto che i meteorologi hanno definito “Lucifero” il periodo di caldo così intenso.
Con un’afa così eccezionale l’irrigazione quindi è stata ancora una volta fondamentale per lo sviluppo delle colture agrarie e per l’intero territorio, che è particolarmente verde e rigoglioso proprio grazie alla disponibilità idrica garantita dalle acque dei canali.
Nel frattempo, nonostante il caldo, si sono vissuti due brevi ma intensi momenti di grande criticità, con eventi meteo accompagnati da forte vento, sia a fine luglio che immediatamente dopo Ferragosto, che hanno messo alla prova la struttura del Consorzio specialmente in conseguenza del crollo di parecchie alberature in prossimità dei canali, con necessità di interventi di emergenza.
Non c’è mai nulla di scontato, quindi, nella gestione delle acque, anche se il bilancio per ora è molto positivo in quanto l’irrigazione, pur svolta in modo altalenante ma prolungato, ha garantito l’agricoltura e l’ambiente.
Dietro a tutto questo c’è un grande lavoro della “macchina” del Consorzio, anche se spesso poco visibile, in quanto il percorso dell’acqua è complesso e va costantemente accompagnato e gestito, ventiquattr’ore al giorno. Senza mai pause, nemmeno a ferragosto!

Cittadella, 24 agosto 2021

Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859
E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it

Andrea Maroso· mobile 348.0017498 · ufficiostampa@consorziobrenta.it