BREGANZE: TERMINATI I LAVORI SUL TORRENTE CHIAVONE BIANCO


Gli eventi di piena del 29 e 30 agosto 2020, oltre a varie situazioni critiche di allagamento nella fascia Pedemontana, hanno causato il crollo di un tratto del muro di sponda sinistra del torrente Chiavone Bianco nel tratto in cui il corso d’acqua attraversa il centro abitato di Breganze.
Il Consorzio di bonifica Brenta, stante la situazione di grave pericolo, con rischio di esondazione del centro abitato, è intervenuto nell’immediatezza con un primo sommario ripristino dell’argine con proprie maestranze e mezzi d’opera, attivando poi le procedure di Somma Urgenza, validate dal Genio Civile di Vicenza, per poter ristrutturare in modo stabile e definitivo il muro di sponda crollato.
Il crollo e franamento in alveo di un tratto del muro del torrente a monte di via Cinque Martiri aveva danneggiato non solo il corpo arginale, ma anche la pista pedonale/ciclabile adiacente, con annessi recinzione e pali della pubblica illuminazione.
La soluzione tecnica da progettare non è stata facile, visto il poco spazio disponibile lateralmente al corso d’acqua. Si sono quindi dovuti studiare dei sistemi fondazionali appositi. Il progetto degli interventi di ripristino è stato predisposto dal Consorzio nel mese di ottobre 2020 con una spesa stimata in 172.000 euro complessivi. L’esecuzione dell’intervento di ripristino è stata poi affidata dal Consorzio all’impresa Ipogeo di Seren del Grappa (Belluno), esperta in questo tipo di lavorazioni specialistiche.
I lavori sono stati eseguiti a regola d’arte nonostante le difficoltà e le avverse condizioni meteorologiche, che hanno rallentato la realizzazione dei medesimi nel periodo dal 15 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021. In particolare è stato ricostruito per circa 20 metri il muro di sponda crollato, con adeguata fondazione, rimettendo in sicurezza tutta l’area residenziale a nord. La fondazione è stata realizzata con un preliminare diaframma con barre autoperforanti in acciaio del diametro di 51 mm, poste a ristretto interasse e spinte alla profondità di 6 metri, necessario a consentire il successivo ripristino in sicurezza del muro crollato, con opera in cemento armato.
«Il Consorzio è costantemente presente nel territorio spendendo risorse ed energie per anticipare le possibili problematiche idrauliche evitando ogni possibile tipo di emergenza – commenta il presidente, Enzo Sonza - Così è stato anche a Breganze con un intervento celere in centro Paese. Ringrazio la Direzione e tutto il personale tecnico per essersi prontamente attivato nella rapida soluzione».

 

Cittadella, 4 marzo 2021

 

Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859
E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it

Andrea Maroso· mobile 348.0017498 · ufficiostampa@consorziobrenta.it