SICUREZZA IDRAULICA: TAGLIO DEL NASTRO DELLA CASSA DI ESPANSIONE A ROSSANO VENETO


Il Consorzio di bonifica Brenta ha ottenuto nel 2019 dalla Protezione Civile Nazionale, tramite la Regione Veneto (commissario delegato è il Presidente Luca Zaia), il finanziamento di alcuni progetti nell'ambito dei Primi Interventi Urgenti di Protezione Civile in Conseguenza degli Eccezionali Eventi Meteorologici che hanno interessato il Territorio della Regione del Veneto a partire tra ottobre e novembre 2018.
In Veneto i 984 interventi di mitigazione del danno e aumento della resilienza si stanno realizzando (per un importo di ben 468 milioni di euro) grazie al lavoro dei 160 Soggetti Attuatori coinvolti (25 società e strutture regionali, 10 Consorzi di bonifica, 115 Comuni e 5 Province).
In tale ambito, il Consorzio Brenta (per il quale è stato nominato Soggetto Attuatore il Direttore, ing. Umberto Niceforo) ha ottenuto sei finanziamenti, per cinque interventi ed un progetto esecutivo, per un importo totale di 2.160.000 euro.
Tra i cinque interventi è stato interessato anche Rossano Veneto e nello specifico la roggia Giustiniana Manfrina con la realizzazione della cassa di espansione necessaria per trattenere temporaneamente le acque di piena, a prevenzione del rischio idraulico del territorio interessato con oltre un centinaio di famiglie che ne possono ora beneficiare dopo gli episodi critici del 2016 e 2018. La cassa di espansione è ubicata a ridosso dell’ex asilo Giro giro tondo, con il Comune che si è fatto carico della predisposizione degli atti di acquisizione al patrimonio del terreno.
L’opera, per soddisfare le tempistiche indicate nel finanziamento, è stata eseguita in un iter di tempo quanto mai ristretto, richiedendo uno sforzo per gli Uffici consortili. I progetti sono stati predisposti in tempi record e con altrettanta celerità sono state completate sia le procedure di approvazione che di affidamento, tutte contrattualizzate entro la scadenza assegnata del 30 settembre 2019. Si è passati poi all'esecuzione; in pochi mesi i lavori sono stati terminati con un investimento di 280.000 euro.
La cassa di espansione, la quarta realizzata dal Consorzio, è di fatto un bacino che copre una superficie di 7 mila metri quadrati e trattiene le acque di piena per circa 8 mila mq per poi restituirle alla roggia Giustiniana dopo il momento di maggiore afflusso. Lo scorso agosto è già entrata in funzione trattenendo le acque in un momento critico. Un’opera indispensabile per la sicurezza idraulica del territorio rossanese e nello specifico per mettere al sicuro abitazioni e fabbricati che si affacciano su via Novellette e via San Zenone già interessate da molti allagamenti.
PRESIDENTE CONSORZIO, ENZO SONZA- «Qualche decennio fa quest’opera non sarebbe stata necessaria, cosa invece che lo è ora con gli eventi climatici che si stanno susseguendo. Un intervento che mette in sicurezza le vicine case, strade e ponti ma anche le terre più a sud. Fondamentale è proseguire la strada della messa in sicurezza. Ringrazio il sindaco di Rossano, Morena Martini per essere riuscita ad ottenere la disponibilità del terreno dal privato per un servizio rivolto all’intera Comunità».
SINDACO DI ROSSANO VENETO, MORENA MARTINI. «280 mila euro non sarebbero più tornati a Rossano per interventi di messa in sicurezza idraulica ed abbiamo lavorato con gli uffici con grande intensità per ottenere il terreno e portare a compimento l’opera. Un risultato frutto della grande collaborazione con il Consorzio e con i colleghi Sindaci. Questo è un esempio della Grande Bassano che c’è già!».

Cittadella, 12 settembre 2020

 

 

Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859
E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it

Andrea Maroso· mobile 348.0017498 · ufficiostampa@consorziobrenta.it