1 / 9
2 / 9
3 / 9
4 / 9
5 / 9
6 / 9
7 / 9
8 / 9
9 / 9
 


 


AGGIORNAMENTI / NEWS

Altre news:   

La "bevarara" di San Benedetto e la "lissia"

Un tempo il bestiame veniva abbeverato direttamente al fosso, in punti particolari detti bevarare in cui la riva veniva addolcita per favorire l’accesso degli animali all’acqua.
Quando nelle stalle è stata portata l’acqua, gran parte delle bevarare è stata chiusa.
In questi punti di facile accesso all’acqua un tempo si portava anche a risciacquare la biancheria dopo aver fatto la lissia, tradizionale tecnica di lavaggio in cui i panni sporchi, accumulati per molti mesi, venivano posti entro capienti tinozze di legno; sopra di essi veniva steso el bugarolo, un telo fitto e robusto su cui si versava la broa, casalingo detersivo a base di cenere che veniva riscaldato entro grandi paioli di rame. Dopo essere stata sciacquata al fosso e ben strizzata, la biancheria veniva posta a stendere al sole.
A Bressanvido, sulla roggia Viera, lungo la via napoleonica, era presente una vecchia bevarara, la bevarara di San Benedetto, utilizzata per lavare al fosso fino a qualche decennio fa. Ultimamente il manufatto era in abbandono, rischiando di scomparire.
Per iniziativa del Consorzio di Bonifica Brenta ed in collaborazione con il proprietario frontista, signor Romano Bettinardi, la bevarara di San Benedetto è stata recentemente restaurata, in modo da preservare il manufatto storico e per lasciare testimonianza di un tempo in cui i nostri corsi d’acqua erano così puliti da poterli usare per abbeverare il bestiame e risciacquare i panni.
L’inaugurazione si terrà domenica 22 aprile prossimo, alle ore 11 a Bressanvido, in via San Benedetto, nei pressi di villa Mezzalira. Interverranno il Presidente del Consorzio, Danilo Cuman, ed il sindaco di Bressanvido, Giuseppe Leopoldo Bortolan.

 
     
Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859 - E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it