1 / 9
2 / 9
3 / 9
4 / 9
5 / 9
6 / 9
7 / 9
8 / 9
9 / 9
 


 


AGGIORNAMENTI / NEWS

Altre news:   

Lavori del Consorzio presso le prese loc. Colomba

Sono in corso alcuni lavori di sistemazione delle prese in Brenta a Bassano del Grappa, in località Colomba, da parte del Consorzio di bonifica Brenta.
Il manufatto attuale è l’ultima di una serie di opere che si sono succedute nel tempo, la prima delle quali la derivazione della roggia Rosà nel 1365, e attualmente usata per consentire (dal 1927) l’alimentazione del canale Medoaco, oggi utilizzato dal Consorzio per usi irrigui ed idroelettrici, ma anche da altri utenti, per svariati usi (ittiogenici, idroelettrici, ecc.). Dal canale Medoaco si diramano infatti vari canali secondari, sia ad est che ad ovest del fiume Brenta, per un’area interessata di oltre 15.000 ettari di numerosi Comuni, fino alle porte della città di Padova.
La posizione delle prese, all’interno dell’alveo fluviale, è indispensabile per la loro funzione di attingimento idrico, ma comporta una certa suscettibilità al variabile andamento del Brenta, che non trasporta solo acqua, ma anche materiale solido, specialmente in occasione dei fenomeni di piena. E’ quindi facilmente comprensibile la necessità di periodici interventi di ripresa e sistemazione; nei tempi recenti si possono citare i seguenti interventi di manutenzione straordinaria attuati dal Consorzio:

  • nel 1968 (a seguito dell’evento di piena del novembre 1966), è stata realizzata a valle una platea di protezione;
  • nel periodo 1989-1990 è stato realizzato un taglione in colonne realizzate con la tecnologia del jet-grouting nel tratto del canale della traversa fino al ponte della Vittoria;
  • nel 2000 un analogo intervento ha interessato il tratto dal ponte della Vittoria fino alle paratoie di restituzione ubicate a monte dell’opera di regolazione;
  • nel 2001 è stata realizzata in sponda destra del Fiume Brenta una scala per pesci;
  • nel 2008 è stato realizzato un intervento di consolidamento dell’alveo del fiume Brenta in corrispondenza della presa del canale Medoaco.

Questi interventi sono risultati fondamentali per garantire le stabilità delle opere in caso di piena, che infatti hanno retto perfettamente all’urto fluviale nel novembre e dicembre 2010. A seguito di tali piene, tuttavia, si è verificato il distacco in alcuni punti della platea di fondo; inoltre la presa ha subito una sensibile riduzione della sezione di deflusso per la presenza di un deposito alluvionale di consistente dimensione. Ancora, in corrispondenza dell’opera si sono recentemente osservate venute d’acqua per infiltrazione sotterranea, oltre ad alcune fessurazioni.
Già nella primavera 2011 si era quindi programmata una messa in asciutta del tratto di canale a monte dell’opera di presa, per visionare lo stato delle opere e provvedere ad eventuali interventi; tuttavia l’operazione di messa in asciutta può avvenire solo nel mese di marzo, quando tradizionalmente si svolgono le manutenzioni di tutti gli altri canali del Consorzio, prima dell’inizio della stagione irrigua, e nel marzo 2011 le portate fluviali erano troppo abbondanti per consentire siffatto intervento, che ha dovuto quindi essere rimandato. Quest’anno, invece, ci si trova con particolare limitatezza delle portate fluviali, per cui in condizioni ideali per l’intervento. Il Genio Civile ha regolarmente autorizzato i lavori del Consorzio e da lunedì 12 marzo essi sono iniziati, con conclusione prevista per venerdì 23 marzo prossimo: tempi estremamente contingentati, dunque, anche perché con l’attuale stato di siccità è probabile che l’irrigazione debba essere anticipata rispetto agli altri anni.
L’intervento è stato preceduto dalla formazione della pista di accesso all’area di cantiere e per predisporre il materiale ghiaioso utilizzato per la formazione dello sbarramento provvisorio, necessario a tenere il cantiere all’asciutto. Alla fine dei lavori il citato sbarramento verrà rimosso e interamente restituito al fiume il materiale ghiaioso impiegato, opportunamente spianato.

Tale materiale ghiaioso è stato pure prelevato direttamente dal fiume, dal deposito alluvionale che si è creato immediatamente a valle della scala ittica, così come richiesto dalla Provincia e dall’Associazione dei Pescatori, in modo da favorire ulteriormente la risalita dei pesci, con ulteriore beneficio.

Con l’occasione verranno anche eseguiti alcuni interventi di ammodernamento delle paratoie di presa, per i quali il Consorzio ha ottenuto la concessione di un contributo regionale di 40.000 euro con la Delibera di Giunta Regionale n° 2221 del 20 dicembre 2011.

Si ringrazia inoltre il Genio Civile di Vicenza per la sempre stringente collaborazione e la tempestività con cui ci ha supportato in questa circostanza.

 

 
     
Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859 - E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it