1 / 9
2 / 9
3 / 9
4 / 9
5 / 9
6 / 9
7 / 9
8 / 9
9 / 9
 


PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI SUPERFICI DEL DEMANIO IDRICO




OGGETTO

Il procedimento si riferisce al rilascio di concessioni per l’utilizzo da parte di terzi, pubblici e privati, di aree del demanio idrico, con realizzazione di opere.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda in bollo, salvo esenzioni di legge, è presentata al Consorzio di bonifica “Brenta”, con sede in Riva IV Novembre, 15 a Cittadella (PD), in seguito denominato “Consorzio”, corredata da n. 4 copie del progetto completo  degli elaborati necessari e in seguito descritti a seconda della tipologia di opere.    Potranno essere motivatamente richieste ulteriori copie della documentazione, nonché una copia su supporto informatico,  in rapporto alle necessità istruttorie.

Alla domanda deve essere allegata l’attestazione del versamento delle spese istruttorie nell’importo determinato dalla Giunta consorziale e riportato negli schemi seguenti specifici per tipologia di intervento.

ESAME PRELIMINARE ED AVVIO DEL PROCEDIMENTO

Il Consorzio esamina preliminarmente la domanda e il progetto per verificarne la completezza e l’ammissibilità, all’occorrenza comunicando al richiedente (entro 30 giorni dalla presa in carico) la necessità di regolarizzare o l’integrazione degli atti entro il termine che sarà stabilito dal Consorzio (indicativamente da 60 a 120 giorni).

In caso di decorrenza di tale termine, senza che il richiedente  abbia adempiuto a quanto richiesto senza giustificati motivi, l’istanza sarà dichiarata improcedibile mediante apposita comunicazione all’interessato.   Come pure non si procederà all’istruttoria se non sono versate le spese di istruttoria.

FASE ISTRUTTORIA

L’istruttoria si conclude entro 90 giorni dall’avvio del procedimento, coincidente con l’acquisizione al protocollo del Consorzio, salvo casi in cui sia stato interrotto per integrazioni di documenti.

Nell’istruttoria, il Consorzio valuterà la compatibilità dell’intervento con le opere idrauliche e con il regime del corso d’acqua, nonché sugli aspetti attinenti alle attività manutentorie e gestionali del corso d’acqua da parte del personale del Consorzio.

Ove la concessione preveda la realizzazione di opere, essa è rilasciata fermo restando il conseguimento dal Comune interessato del “permesso di costruire” o sia stata effettuata la “denuncia di inizio attività” e, se previsto, l’autorizzazione ai sensi della L.R. 63/1994 in materia di Beni Ambientali, di competenza, anche in questo caso, della Commissione Comunale integrata.

CAUZIONE

Per alcuni particolari lavori, aventi notevole impatto sulle opere idrauliche o sul regime delle acque, può essere richiesta la costituzione di una polizza fidejussoria, di adeguato importo a garanzia della buona esecuzione dei lavori, da svincolare all’ultimazione degli stessi.

PROVVEDIMENTO DI CONCESSIONE E DETERMINAZIONE DEL CANONE

A conclusione dell’istruttoria, il Consorzio comunica al richiedente che la concessione è pronta per la sottoscrizione e il ritiro presso l’ufficio che segue le concessioni, nelle mattine di lunedì e giovedì dalle ore 8.00 alle ore 12.00.

La concessione potrà essere ritirata solo dal Richiedente intestatario o dal legale rappresentante in caso di Ditta.

La concessione avrà i seguenti contenuti:

  • ·       oggetto e durata della concessione
  • ·       prescrizioni e obblighi tipo e prescrizioni particolari

Il canone sarà richiesto dal Consorzio con la prima utile emissione dei ruoli esattoriali e sarà calcolato per l’intera annualità in cui è stata emanata la concessione; sarà quindi annuo, non frazionabile e soggetto a revisione annuale ed a eventuali conguagli.

Il numero delle annualità è pari agli anni di durata della concessione.

Il Consorzio si riserva la facoltà di revocare, modificare, od integrare la concessione per intervenute necessità di ordine pubblico.

La mancata osservanza delle prescrizioni contenute nella concessione comporta l’immediata revoca della concessione stessa.

Sussiste l’obbligo della registrazione qualora l’ammontare dell’imposta relativa (calcolata applicando l’aliquota del 2% all’importo del canone dovuto per tutta la durata della concessione) risulti superiore all’importo della tassa fissa di registrazione.

In caso contrario sulla concessione va riportata l’annotazione che si dà luogo alla registrazione solo in caso d’uso.

I dati che il Consorzio riceve nell'espletamento delle proprie funzioni saranno trattati nel rispetto della legge 675/96. I dati personali forniti dai richiedenti potranno formare oggetto di trattamento manuale e/o informatizzato in modo idoneo a garantire la sicurezza e la riservatezza. Tali dati personali verranno trattati per le finalità istituzionali, connesse o strumentali inerenti all'attività dell'Ente.

     
Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859 - E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it